>

Vivi sano, fai un logout

Vivi sano, fai un logout

disegno di un cervello con mille cose da fare

Influencers, facebook, newsletter, pop up, whatsapp, aiuto !
Negli anni antecedenti alla comparsa di internet le relazioni sociali erano migliori, favorivano i rapporti personali oltre che a giovare alla salute. Le persone dialogavano faccia a faccia e avevano un contatto vero, reale.


Finiti i bei tempi

Secondo gli ultimi studi da parte di medici ricercatori, sembra che l’uso intenso della tecnologia abbia portato ad un corto circuito mentale, con un incremento di patologie vecchie e la comparsa di nuove.
Siamo passati in pratica dalle gambe alla testa: mentre fino a qualche anno fa il lavoro era esclusivamente fisico (gambe), oggi anche il più semplice dei lavori è celebrale (testa) e richiede un uso più o meno intenso del computer o dello smartphone. Ecco la necessità di scaricare tutta l’energia immagazzinata per riequilibrare il corpo/mente, facendo palestra, footing o sport molto fisici. Sono diventati la “medicina” contro il login o connessione permanente.


Traduttore cercasi !

Oltre a modificare lo stile di vita è stato “imposto” anche il modo in cui parliamo: usando un linguaggio “hi tech” , molto inglese, incomprensibile per molti, ma accettato dalla maggioranza anche senza conoscerne il significato.
Chi è fuori da questo modo di approcciarsi rischia di apparire poco professionale, antiquato o addirittura ridicolo rispetto al resto delle persone.
Immaginate il dilemma a cui si sottopone il disoccupato di fronte ad un colloquio di lavoro: “come parlo ? moderno o …. ?“.

Facciamo un esempio

Avete da costruire una casa e vi rivolgete a due muratori: il primo è il classico muratore con le manone piene di graffi e calli, con un linguaggio molto ruspante. L’altro muratore invece ha le mani curate è molto bravo nel dialogare e usa termini moderni.
Ora viene il difficile, chi sembra tra i due il più preparato nel suo lavoro ? Ovviamente l’ultimo muratore, perchè è molto loquace e ti attira con il suo linguaggio !

Oggi chi è bravo a parlare vende anche la “nebbia” e si impone su chi è meno bravo a parlare ma è il migliore nel suo lavoro (ecco perchè per farmi costruire la casa io scelgo il primo muratore).


Si può fare qualcosa ?

Siamo realisti, tornare indietro è impossibile, però possiamo decidere come vivere. Non è scritto da nessuna parte che dobbiamo essere sempre online o avere sempre lo smartphone con noi o parlare “hi tech”.
Ricordate che se succede qualche imprevisto nella maggioranza delle volte possiamo solo prendere atto dell’accaduto non possiamo – purtroppo – salvare delle vite. (molti vivono con questa ansia).

Date l’esempio

Date l’esempio ai vostri figli,al vostro coniuge o agli amici. Staccatevi dallo smartphone quando siete in loro compagnia e sopratutto quando consumate un pranzo.
Non permettete che niente vi privi di quei sani momenti di vera vita  !

CONDIVIDI CON

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Welcome page

Non farti scappare l'opportunità di essere visibile nel web!

welcome page

Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner o cliccando su “Accetto”, accetti l’uso dei cookie.

Skip to content